È online l’ultimo numero di “Storia in Martesana”, con nuove affascinanti ricerche

È da poco stato pubblicato l’ultimo numero di “Storia in Martesana”, la rassegna online di storia locale che raccoglie i contributi di vari storici o appassionati di storia locali.

Il sito è nato dall’iniziativa del “Centro Studi Guglielmo Gentili”, un’associazione melzese che promuove studi e ricerche riguardanti la storia della città di Melzo e del territorio lombardo compreso tra il Lambro e l’Adda. Fondato nel novembre 1999, il Centro contribuisce alla raccolta e alla catalogazione delle fonti documentali sulla storia di Melzo e della Martesana, favorendone l’accesso e la libera consultazione.

La rivista online, che si rivolge a chiunque voglia saperne di più della storia del territorio in cui vive, propone un’interessante selezione di saggi, studi, ricerche, approfondimenti e tesi di laurea su vari argomenti di storia locale, dai ritrovamenti archeologici ai principali beni artistici e architettonici, agli eventi e ai personaggi che hanno segnato la storia della Martesana dal Medioevo all’età contemporanea.

Qualche esempio? Solo per citare alcuni tra i più affascinanti studi, quelli riguardanti il Lago Gerundo, che pare all’epoca delle invasioni barbariche occupasse il territorio della Martesana confinante con il Bergamasco e fosse infestato dal leggendario drago Tarantasio; oppure quelli sui ritrovamenti archeologici che testimoniano la presenza a Melzo di un insediamento appartenente presumibilmente alla Cultura di Golasecca, o sulla spada di bronzo di Cassano d’Adda, il manufatto più antico ritrovato nel territorio cassanese. E ancora, quelli dedicati al Castello Visconteo di Cassano D’Adda, al mausoleo Serbelloni di Gorgonzola e a Lucia Marliani, la figlia di un feudatario di Melzo, da molti considerata la donna più bella di Milano, che fece innamorare perdutamente di sé il duca Gian Galeazzo Sforza.

In quest’ultimo numero di “Storia in Martesana” Mario Traxino racconta la battaglia di Marignano del 1515, nella sezione “La Seconda guerra mondiale e la Resistenza nel territorio della Martesana” Giorgio Perego ricorda la vita e le imprese militari dell’ardito gappista di Cambiago Alberto Gabellini e Dario Riva commenta una raccolta di documenti d’archivio riguardanti il Comitato di Liberazione Nazionale di Inzago; Silvano Pirotta presenta nella sezione “La ricerca archeologica nel territorio della Martesana” i suoi studi sul tracciato dell’Itinerario Burdigalense nella Provincia di Milano; vi sono infine le ricerche di Fabrizio Alemani (La navigabilità del naviglio della Martesana [1468-1573]) e di Marco Cavenago
(Villa Serbelloni a Gorgonzola meglio nota come Ca’ Busca).

Per leggere i contributi contenuti nell’ultimo numero e nei precedenti, ecco il link da cui accedere direttamente al sito: http://www.bibliomilanoest.it/storiainmartesana/home.html

 

 

 

 

Be the first to comment on "È online l’ultimo numero di “Storia in Martesana”, con nuove affascinanti ricerche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*