Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: Melzo è presente !

Il 25 novembre si è celebrata la Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

La storia

Tale Giornata è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. Tutti i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG sono invitate ad organizzare eventi e attività che sensibilizzino l’opinione pubblica in tale giorno. L’Assemblea Generale dell’ONU ha ufficializzato una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà nel 1981.

L’assassinio Mirabal

La  data venne scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

Il 25 novembre 1960, infatti, le tre  sorelle mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio di informazione militare. Condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze furono torturate, massacrate a colpi di bastone e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.

Ricorrenza

Per ricordare tale evento tragico il 25 novembre del 1981 ci fu il primo Incontro Internazionale Femminista delle donne latinoamericane e caraibiche. Da quel momento in poi, il 25 novembre è stato riconosciuto in larga parte del mondo come data per ricordare e denunciare il maltrattamento fisico e psicologico su donne e bambine.

In Italia

Dal 2005 alcuni centri antiviolenza e Case delle donne hanno iniziato a celebrare questa giornata. Ma negli ultimi anni anche istituzioni e vari enti come Amnesty International festeggiano questa giornata attraverso iniziative politiche e culturali.

Colori e simboli

In tutto il mondo il 25 novembre è celebrato con l’arancione, tanto che si parla anche di Orange Day. Un Women, l’Ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere, lo ha scelto come simbolo di un futuro in cui le donne si saranno liberate della violenza degli uomini. In Italia, però, dove la Giornata si celebra solo dal 2005, spesso all’arancione è preferito il rosso. Infatti da noi il simbolo della lotta contro la violenza sulle donne sono le scarpe rosse, lasciate abbandonate su tante piazze del nostro Paese per sensibilizzare l’opinione pubblica. E’ diventato presto uno dei modi più popolari per denunciare i femminicidi.

Appuntamento al Trivulzio

Mercoledì 29 novembre alle ore 21, in occasione di tale giornata andrà in scena al Teatro Trivulzio “AMOROSI ASSASSINI Facciamo finta di niente dai…”  con Valeria Perdonò. Dalle ore 19, vi saranno una serie di iniziative legate al delicato tema. Nel dettaglio:

  • Mostra “VIOLENZA INNATURALE” a cura della Fondazione Padri Somaschi
  • Letture tratte da “E’ DAVVERO COLPA MIA?” a cura dell’Associazione Theao
  • Installazione ispirata a “ZAPATOS ROJOS” dell’artista Elina Chauvet, a cura dell’Associazione Theao
  • Un’aperitivo al costo speciale di €10 (per quest’ultimo è gradita la prenotazione)

Trama dello spettacolo

Amorosi Assassini è il titolo di un saggio edito da Laterza: 13 giornaliste e scrittrici raccontano casi di violenza su donne avvenuti nel 2006. in particolare, quella vera di Francesca Baleani, perchè era l’unica che aveva un lieto fine. Francesca è stata quasi uccisa dal suo ex marito, ma si è salvata per miracolo ed è riuscita a ricominciare una nuova vita. L’episodio, ha colpito Valeria Perdonò (autore) perché si è consumato in un ceto sociale benestante e di cultura elevata. Il  luogo comune per il quale si crede che le violenze sulle donne avvengano in sfere economico-sociali basse o comunque ai margini, pertanto viene meno.

L’argomento è delicato ed importante, se interessati si consiglia di non mancare.

Be the first to comment on "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: Melzo è presente !"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*